Archivio Articoli

Editoriale

Dopo un esperimento durato qualche anno ho scoperto che mancava un sito di informazione tecnologica "leggero" per tutti coloro che hanno la necessità di restare informati senza "fronzoli", ma in modo telegrafico e magari divertente. Mi auguro diventiate parte di questa ricerca al fine di migliorare la qualità delle informazioni...

Edward Voskeritchian

laeffe, la TV di Feltrinelli presentazione palinsesti

Translator

Tecnologopercaso RSS Feed

Google: parte il progetto “WORLD WONDERS”

Conoscere i luoghi più belli della Terra attraverso il proprio computer, in pochi clic? Da oggi è possibile grazie a World Wonders, il nuovo progetto firmato da Google che consente di esplorare online luoghi di interesse storico-culturale mondiale. Realizzato in collaborazione con l’UNESCO, il World Monument Fund e l’agenzia fotografica Getty Images, World Wonders è il risultato dell’integrazione tra le più avanzate risorse tecnologiche oggi disponibili e le più accreditate fonti di informazione, al fine di documentare e preservare per le generazioni future il patrimonio artistico-culturale di tutte le popolazioni e di tutti i Paesi.

Attraverso World Wonders è possibile esplorare e visitare virtualmente ben 132 siti in 18 diversi Paesi: dai megaliti di Stonehenge agli antichi templi di Kyoto, dalla Reggia di Versailles al memoriale della pace di Hiroshima, passando per le bellezze naturali dello Yosemite National Park e di moltissimi altri luoghi di interesse mondiale. Tra i protagonisti di questo innovativo progetto anche l’Italia.

Sono infatti decine le perle italiane accessibili già oggi da World Wonders e visitabili grazie all’integrazione del celebre servizio di mappatura fotografica di Google Maps, Street View. In particolare:

• l’area archeologica di Pompei

• Castel del Monte

• i centri storici di: Firenze, Napoli, San Gimignano, Siena, Urbino, Ferrara, Pisa

• Chiese rupestri di Puglia e della città di Matera

• Chiostro dei Santi Quattro Coronati

• Cinque Terre

• Città tardo barocche della Val di Noto

• Costiera Amalfitana

• Trulli di Alberobello

• Reggia di Caserta

• Su Nuraxi di Barumini

• Tempio di Ercole

• Tempio di Portuno

• Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli

Accedendo a World Wonders non solo sarà possibile esplorare questi luoghi grazie a Street View, ma anche documentarsi sulla loro storia attraverso testi di approfondimento forniti dall’UNESCO e carpirne gli aspetti più suggestivi sfogliando album fotografici virtuali, forniti dai partner del progetto o modelli 3D.

La piattaforma rappresenta infine una risorsa educativa altamente innovativa, che offre a studenti, studiosi e a tutti gli interessati la possibilità di conoscere nel dettaglio alcuni dei luoghi più celebri della Terra. Nella sezione “didattica” del sito sono infatti disponibili una serie di guide e documenti di approfondimento a disposizione dei docenti delle scuole primarie e secondarie, divisi per argomenti storici e aree geografiche.

Con il progetto World Wonders Google conferma il proprio impegno nella salvaguardia e promozione della cultura, online. Si tratta dell’ultima iniziativa realizzata dal Cultural Institute di Google, che ha contribuito precedentemente alla realizzazione di importanti progetti in ambito culturale come la digitalizzazione in alta risoluzione dei Manoscritti del Mar Morto, la digitalizzazione dell’archivio di Nelson Mandela e la possibilità di ammirare online 30 mila opere d’arte in alta risoluzione attraverso il Google Art Project.

Steve Crossan, Direttore del Google Cultural Institute, ha commentato: “Da lungo tempo Google è impegnata a preservare e promuovere online tutti i tipi di cultura. Il progetto World Wonders si inserisce in questo ambito, con l’obiettivo di dare nuova vita ai luoghi più significativi del patrimonio culturale mondiale e, soprattutto, di renderli accessibili ad un pubblico globale. Si tratta di una novità senza precedenti”.

Francesco Bandarin, Vice Direttore Generale dell’UNESCO per la Cultura, ha aggiunto: “Le nuove tecnologie offrono potenzialità straordinarie alla promozione e alla salvaguardia del patrimonio naturale e culturale mondiale. Proprio per questo, l’UNESCO è orgogliosa di essere parte attiva di questo progetto, che contribuirà ad accrescere l’interesse e l’attenzione delle giovani generazioni verso i Siti Patrimonio dell’Umanità, la cui preservazione sarà un domani loro diretta responsabilità”.

“E’ per noi motivo di grande orgoglio essere partner del progetto World Wonders”, ha dichiarato Bonnie Burnham, Presidente del World Monuments Fund. ”Molte persone ignorano che questi luoghi straordinari, per rimanere tali, necessitano di importanti interventi di conservazione: il mantenimento e la preservazione dei Siti Patrimonio dell’Umanità è tra le colonne portanti della nostra mission. World Wonders è un’occasione unica per far conoscere a tutti il grande lavoro che si nasconde dietro la preservazione dei luoghi più preziosi del mondo”.

Matthew Butson, Vice Presidente dell’Hulton Archive di Getty Images, ha dichiarato: “E’ per noi un onore essere partner di Google in un progetto così prestigioso: World Wonders rappresenta un’opportunità unica per le persone, permettendo a chiunque di esplorare in modo virtuale alcuni dei luoghi e monumenti più incredibili della Terra. 80 milioni di immagini contenute nel nostro archivio fotografico ci permetteranno di continuare ad arricchire e approfondire la visita virtuale di questi luoghi, integrando nuovi contenuti e raccontando le storie che si nascondo dietro questi luoghi di straordinaria importanza e leggenda”.

Per maggiori dettagli e informazioni:

www.google.it/worldwonders

www.youtube.com/worldwonders?feature=inp-pr-wow

 


Sfoglia il Magazine

Sfoglia il Magazine

Tecnologopercaso Digest

Corporate News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Articoli per gg

novembre: 2013
L M M G V S D
« ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Guarda il canale Video TPC TV

Guarda il canale Video TPC TV

Page optimized by WP Minify WordPress Plugin