Archivio Articoli

Editoriale

Dopo un esperimento durato qualche anno ho scoperto che mancava un sito di informazione tecnologica "leggero" per tutti coloro che hanno la necessità di restare informati senza "fronzoli", ma in modo telegrafico e magari divertente. Mi auguro diventiate parte di questa ricerca al fine di migliorare la qualità delle informazioni...

Edward Voskeritchian

laeffe, la TV di Feltrinelli presentazione palinsesti

Translator

Tecnologopercaso RSS Feed

TV Digitale: iniziato lo switch off in Trentino

Nel mese di ottobre in Trentino si sta realizzando la fase finale del processo di transizione alla tecnologia digitale iniziata nel febbraio scorso con il passaggio al digitale di Rai Due e Retequattro.



Per il programma delle transizioni è stato previsto un periodo di 13 giorni per consentire alle emittenti di effettuare gli interventi tecnici necessari su tutti gli impianti, riducendo in tempi brevi eventuali disagi per i cittadini. A tal fine la regione è stata suddivisa in 3 aree tecniche: 1. Trentino Occidentale (15-19 ottobre), 2. Trentino Orientale (20-22 ottobre), 3. Trentino Centrale (23-27 ottobre), nelle quali lo switch off durerà da un minimo di 3 ad un massimo di 5 giorni.

Nella giornata di oggi il programma ha previsto il passaggio al digitale di 97 impianti di 10 emittenti sia nazionali che locali nelle Valli Giudicarie in cui sono interessati dal passaggio totale al digitale 28 comuni e circa 26.000 cittadini.

Come stabilito, le emittenti hanno effettuato lo spegnimento del segnale analogico entro le ore 10,00, provvedendo gradualmente alla accensione del segnale digitale.

La regolarità delle transizioni al digitale è stata verificata dai laboratori mobili del Ministero.

Nella figura sono evidenziati in verde i comuni completamente coinvolti dal passaggio al digitale.

Iniziative assunte a favore dei cittadini

Per agevolare questa importante fase di transizione, il Ministero ha realizzato una serie di iniziative di natura organizzativa, finanziaria e di comunicazione, predisponendo un programma di interventi a favore dei cittadini.

Contributo statale

In primo luogo è stato disposto il contributo statale, dell’importo di € 50, per l’acquisto di un decoder digitale interattivo, rivolto ai residenti di età pari o superiore a 75 anni in regola con l’abbonamento alla RAI, utilizzabile presso tutti i rivenditori che aderiscono all’iniziativa. Il rivenditore acquisirà copia di un documento di identità e provvederà ad effettuare uno sconto immediato di € 50 sul costo di un decoder accreditato.

Complessivamente dallo scorso anno ad oggi in Trentino il numero dei decoder venduti con il contributo statale è stato di 10.448 unità, da parte di 105 rivenditori accreditati.

Call center

Per tutti i cittadini è sempre attivo un call center, al numero verde 800.022.000, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00 – nella giornata odierna dalle 8,00 alle 23,00 – che offre tutte le informazioni necessarie sul passaggio al digitale e, in particolare, ogni supporto nelle modalità di sintonizzazione dei decoder.

Il call center ha ricevuto un numero contenuto di chiamate da parte dei cittadini, testimoniando l’acquisita familiarità dei cittadini trentini con la nuova tecnologia e gli strumenti ad essa collegati.

Verifiche sui decoder e televisori integrati

Al fine di fornire informazioni utili ai cittadini, sul sito dedicato al passaggio al digitale www.decoder.comunicazioni.it oltre a ogni informazione utile in materia, in aggiunta alle notizie relative ai decoder ammessi a contributo, il Ministero rende disponibile un elenco con i modelli di decoder e televisori digitali non oggetto di contributo statale, testati a cura del Ministero (presso i laboratori dell’Istituto Superiore CTI), rispondenti alle prescrizioni della normativa vigente in merito ai requisiti tecnici dei sintonizzatori digitali.

I test sono svolti in parte a seguito di controlli d’ufficio, in parte per l’adesione dei produttori alla Campagna informativa promossa dal Ministero al fine di verificare da un lato il possesso dei requisiti e, quindi, la funzionalità dei decoder immessi sul mercato e dall’altro – con la pubblicizzazione dei modelli a norma – per fornire informazioni utili per un acquisto sicuro ai cittadini. Ad oggi sono stati testati 29 modelli di decoder non interattivi e 139 modelli di televisori integrati, ma si tratta di una lista dinamica.

Per un aiuto nell’installazione delle tre tipologie di apparecchi è possibile consultare le procedure di sintonizzazione. In tutti i casi viene indicato, in modo semplice e immediato, ogni passaggio necessario per sintonizzare facilmente le apparecchiature digitali.

Campagna informativa

Il Ministero ha previsto una campagna informativa sulle televisioni locali, con la messa in onda di spot contenenti anche indicazioni pratiche sulla connessione del decoder e sulla sintonizzazione.

In questa fase di transizione eventuali problemi di ricezione sono normalmente superabili tramite le opportune operazioni di reinstallazione del decoder. La sintonizzazione potrà ritenersi definitiva solo al termine della transizione nell’area tecnica interessata.


Sfoglia il Magazine

Sfoglia il Magazine

Tecnologopercaso Digest

Corporate News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Articoli per gg

novembre: 2013
L M M G V S D
« ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Guarda il canale Video TPC TV

Guarda il canale Video TPC TV