to all hi-tech lovers



"Wake Up The Silent Home" - Questo l'obiettivo della nuova ricerca condotta da Sonos



Quando siamo a casa con i nostri cari, il 62% di noi interagisce principalmente con i contatti appartenenti al mondo digitale.
Il 44%, invece, ascolta musica da solo o con le cuffie per

isolarsi un po', mentre in sette su dieci ci addormentiamo con il cellulare nel letto…
Sarà perché ormai la musica è in formato tascabile o perché l'audio domestico è troppo complicato da utilizzare e ha un suono gracchiante… sta di fatto che abbiamo smesso di ascoltare musica insieme in casa. Siamo sempre più incollati agli schermi dei nostri smartphone, ci isoliamo con gli auricolari e il ticchettio delle nostre dita che navigano sui social è diventato la colonna sonora delle nostre serate. Questo è il fenomeno dei nostri tempi che SONOS, brand leader nella produzione di sistemi Hi-Fi wireless per ambienti domestici, definisce “il silenzio della casa”.
Dopo aver dimostrato nel 2016, attraverso l'esperimento MUSIC MAKES IT HOME, come l'ascolto di musica ad alto volume in casa favorisca relazioni più profonde, renda le famiglie più felici e migliori la qualità del tempo trascorso insieme, SONOS presenta una seconda ricerca - “WAKE UP THE SILENT HOME”.
L'azienda statunitense si è nuovamente confrontata con i maggiori esperti globali nei campi di psicologia, media, design e architettura e ha esaminato oltre 9.000 abitazioni per indagare le ragioni che condizionano situazioni di silenzio nelle case.
Da grandi ascoltiamo meno musica | Quando si è giovani la musica è tutto. Conferisce un significato preciso a ogni momento ed è un elemento distintivo con cui identificarci. Poi arriva il lavoro con le sue in incessanti email, le bollette, le pressioni quotidiane… e a malapena ci si accorge che la musica è stata messa da parte.
La frenesia della vita quotidiana | Il tempo è prezioso, eppure quello dedicato a se stessi ne rappresenta una piccola parte. Il 58% degli intervistati afferma, infatti, di portare a termine i propri impegni quotidiani a fatica, mentre ben quattro su cinque vorrebbero trascorrere più tempo di qualità con familiari e amici.
Isolamento digitale da schermo | Le famiglie sono più che mai connesse con l'esterno e lo sono sempre meno al proprio interno. Circa il 50% afferma che, quando è in casa, trascorre più tempo interagendo con i propri device tecnologici piuttosto che con gli altri membri della famiglia. Il 62% conferma inoltre di avere la maggior parte delle proprie interazioni sociali nel mondo virtuale digitale.
Always on 24/7 | Il 58% degli esaminati desidera un miglior equilibrio tra lavoro e vita privata. Non sorprenderà scoprire che sette persone su dieci dormono tenendo il cellulare accanto a sé - abitudine che impatta ovviamente negativamente sulla qualità della vita… e della coppia.
Ascolto di musica anti-sociale | Le case moderne sono sempre più progettate secondo la regola degli spazi aperti, pensati per interagire meglio e condividere momenti insieme. Questo può talvolta condurre al desiderio di avere uno spazio che favorisca la privacy. Il 44% del bacino conferma, infatti, di ascoltare la musica in casa da soli o con le cuffie proprio per potersi isolare un po'.
Siamo iper-occupati e non ci godiamo i momenti belli | Gli impegni lavorativi e sociali riempiono le nostre giornate. Abbiamo la sensazione di essere sempre e troppo occupati, ma, ancor peggio, l'importanza che diamo al momento vissuto insieme è legata principalmente all'utilità che riteniamo quest'ultimo possa avere. Al conseguimento di questo obiettivo siamo poi già pronti a focalizzarci sul prossimo momento, senza avergli dato il giusto valore
Complicazioni tecnologiche dei sistemi audio | Gli impianti stereo producono un ottimo suono, ma sono spesso complicati e “costringono” la musica all'interno di un'unica stanza. Inoltre, gli speaker delle televisioni, dei PC, dei cellulari e le connessioni Bluetooth sembrano sì soluzioni semplici, ma la verità è che nessuna di queste alternative è in grado di dare le emozioni offerte da un buon impianto audio, senza considerare le perdite di segnale e le fastidiose interruzioni.
Questi risultati non fanno che confermare quanto sia fondamentale che la musica torni a riempire gli angoli delle nostre case per risvegliarle dal silenzio.
Connubio perfetto di fedeltà del suono, tecnologia allo stato dell'arte e design, le soluzioni SONOS offrono numerosissimi benefici derivanti dalla condivisione di musica nell'ambiente domestico. La musica trasforma le abitazioni e canzoni, playlist e album diventano veri e propri catalizzatori nel rafforzamento di legami positivi e della serenità all'interno delle proprie case.

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


"Wake Up The Silent Home" - Questo l'obiettivo della nuova ricerca condotta da Sonos



Quando siamo a casa con i nostri cari, il 62% di noi interagisce principalmente con i contatti appartenenti al mondo digitale.
Il 44%, invece, ascolta musica da solo o con le cuffie per

isolarsi un po', mentre in sette su dieci ci addormentiamo con il cellulare nel letto…
Sarà perché ormai la musica è in formato tascabile o perché l'audio domestico è troppo complicato da utilizzare e ha un suono gracchiante… sta di fatto che abbiamo smesso di ascoltare musica insieme in casa. Siamo sempre più incollati agli schermi dei nostri smartphone, ci isoliamo con gli auricolari e il ticchettio delle nostre dita che navigano sui social è diventato la colonna sonora delle nostre serate. Questo è il fenomeno dei nostri tempi che SONOS, brand leader nella produzione di sistemi Hi-Fi wireless per ambienti domestici, definisce “il silenzio della casa”.
Dopo aver dimostrato nel 2016, attraverso l'esperimento MUSIC MAKES IT HOME, come l'ascolto di musica ad alto volume in casa favorisca relazioni più profonde, renda le famiglie più felici e migliori la qualità del tempo trascorso insieme, SONOS presenta una seconda ricerca - “WAKE UP THE SILENT HOME”.
L'azienda statunitense si è nuovamente confrontata con i maggiori esperti globali nei campi di psicologia, media, design e architettura e ha esaminato oltre 9.000 abitazioni per indagare le ragioni che condizionano situazioni di silenzio nelle case.
Da grandi ascoltiamo meno musica | Quando si è giovani la musica è tutto. Conferisce un significato preciso a ogni momento ed è un elemento distintivo con cui identificarci. Poi arriva il lavoro con le sue in incessanti email, le bollette, le pressioni quotidiane… e a malapena ci si accorge che la musica è stata messa da parte.
La frenesia della vita quotidiana | Il tempo è prezioso, eppure quello dedicato a se stessi ne rappresenta una piccola parte. Il 58% degli intervistati afferma, infatti, di portare a termine i propri impegni quotidiani a fatica, mentre ben quattro su cinque vorrebbero trascorrere più tempo di qualità con familiari e amici.
Isolamento digitale da schermo | Le famiglie sono più che mai connesse con l'esterno e lo sono sempre meno al proprio interno. Circa il 50% afferma che, quando è in casa, trascorre più tempo interagendo con i propri device tecnologici piuttosto che con gli altri membri della famiglia. Il 62% conferma inoltre di avere la maggior parte delle proprie interazioni sociali nel mondo virtuale digitale.
Always on 24/7 | Il 58% degli esaminati desidera un miglior equilibrio tra lavoro e vita privata. Non sorprenderà scoprire che sette persone su dieci dormono tenendo il cellulare accanto a sé - abitudine che impatta ovviamente negativamente sulla qualità della vita… e della coppia.
Ascolto di musica anti-sociale | Le case moderne sono sempre più progettate secondo la regola degli spazi aperti, pensati per interagire meglio e condividere momenti insieme. Questo può talvolta condurre al desiderio di avere uno spazio che favorisca la privacy. Il 44% del bacino conferma, infatti, di ascoltare la musica in casa da soli o con le cuffie proprio per potersi isolare un po'.
Siamo iper-occupati e non ci godiamo i momenti belli | Gli impegni lavorativi e sociali riempiono le nostre giornate. Abbiamo la sensazione di essere sempre e troppo occupati, ma, ancor peggio, l'importanza che diamo al momento vissuto insieme è legata principalmente all'utilità che riteniamo quest'ultimo possa avere. Al conseguimento di questo obiettivo siamo poi già pronti a focalizzarci sul prossimo momento, senza avergli dato il giusto valore
Complicazioni tecnologiche dei sistemi audio | Gli impianti stereo producono un ottimo suono, ma sono spesso complicati e “costringono” la musica all'interno di un'unica stanza. Inoltre, gli speaker delle televisioni, dei PC, dei cellulari e le connessioni Bluetooth sembrano sì soluzioni semplici, ma la verità è che nessuna di queste alternative è in grado di dare le emozioni offerte da un buon impianto audio, senza considerare le perdite di segnale e le fastidiose interruzioni.
Questi risultati non fanno che confermare quanto sia fondamentale che la musica torni a riempire gli angoli delle nostre case per risvegliarle dal silenzio.
Connubio perfetto di fedeltà del suono, tecnologia allo stato dell'arte e design, le soluzioni SONOS offrono numerosissimi benefici derivanti dalla condivisione di musica nell'ambiente domestico. La musica trasforma le abitazioni e canzoni, playlist e album diventano veri e propri catalizzatori nel rafforzamento di legami positivi e della serenità all'interno delle proprie case.

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


"Wake Up The Silent Home" - Questo l'obiettivo della nuova ricerca condotta da Sonos



Quando siamo a casa con i nostri cari, il 62% di noi interagisce principalmente con i contatti appartenenti al mondo digitale.
Il 44%, invece, ascolta musica da solo o con le cuffie per

isolarsi un po', mentre in sette su dieci ci addormentiamo con il cellulare nel letto…
Sarà perché ormai la musica è in formato tascabile o perché l'audio domestico è troppo complicato da utilizzare e ha un suono gracchiante… sta di fatto che abbiamo smesso di ascoltare musica insieme in casa. Siamo sempre più incollati agli schermi dei nostri smartphone, ci isoliamo con gli auricolari e il ticchettio delle nostre dita che navigano sui social è diventato la colonna sonora delle nostre serate. Questo è il fenomeno dei nostri tempi che SONOS, brand leader nella produzione di sistemi Hi-Fi wireless per ambienti domestici, definisce “il silenzio della casa”.
Dopo aver dimostrato nel 2016, attraverso l'esperimento MUSIC MAKES IT HOME, come l'ascolto di musica ad alto volume in casa favorisca relazioni più profonde, renda le famiglie più felici e migliori la qualità del tempo trascorso insieme, SONOS presenta una seconda ricerca - “WAKE UP THE SILENT HOME”.
L'azienda statunitense si è nuovamente confrontata con i maggiori esperti globali nei campi di psicologia, media, design e architettura e ha esaminato oltre 9.000 abitazioni per indagare le ragioni che condizionano situazioni di silenzio nelle case.
Da grandi ascoltiamo meno musica | Quando si è giovani la musica è tutto. Conferisce un significato preciso a ogni momento ed è un elemento distintivo con cui identificarci. Poi arriva il lavoro con le sue in incessanti email, le bollette, le pressioni quotidiane… e a malapena ci si accorge che la musica è stata messa da parte.
La frenesia della vita quotidiana | Il tempo è prezioso, eppure quello dedicato a se stessi ne rappresenta una piccola parte. Il 58% degli intervistati afferma, infatti, di portare a termine i propri impegni quotidiani a fatica, mentre ben quattro su cinque vorrebbero trascorrere più tempo di qualità con familiari e amici.
Isolamento digitale da schermo | Le famiglie sono più che mai connesse con l'esterno e lo sono sempre meno al proprio interno. Circa il 50% afferma che, quando è in casa, trascorre più tempo interagendo con i propri device tecnologici piuttosto che con gli altri membri della famiglia. Il 62% conferma inoltre di avere la maggior parte delle proprie interazioni sociali nel mondo virtuale digitale.
Always on 24/7 | Il 58% degli esaminati desidera un miglior equilibrio tra lavoro e vita privata. Non sorprenderà scoprire che sette persone su dieci dormono tenendo il cellulare accanto a sé - abitudine che impatta ovviamente negativamente sulla qualità della vita… e della coppia.
Ascolto di musica anti-sociale | Le case moderne sono sempre più progettate secondo la regola degli spazi aperti, pensati per interagire meglio e condividere momenti insieme. Questo può talvolta condurre al desiderio di avere uno spazio che favorisca la privacy. Il 44% del bacino conferma, infatti, di ascoltare la musica in casa da soli o con le cuffie proprio per potersi isolare un po'.
Siamo iper-occupati e non ci godiamo i momenti belli | Gli impegni lavorativi e sociali riempiono le nostre giornate. Abbiamo la sensazione di essere sempre e troppo occupati, ma, ancor peggio, l'importanza che diamo al momento vissuto insieme è legata principalmente all'utilità che riteniamo quest'ultimo possa avere. Al conseguimento di questo obiettivo siamo poi già pronti a focalizzarci sul prossimo momento, senza avergli dato il giusto valore
Complicazioni tecnologiche dei sistemi audio | Gli impianti stereo producono un ottimo suono, ma sono spesso complicati e “costringono” la musica all'interno di un'unica stanza. Inoltre, gli speaker delle televisioni, dei PC, dei cellulari e le connessioni Bluetooth sembrano sì soluzioni semplici, ma la verità è che nessuna di queste alternative è in grado di dare le emozioni offerte da un buon impianto audio, senza considerare le perdite di segnale e le fastidiose interruzioni.
Questi risultati non fanno che confermare quanto sia fondamentale che la musica torni a riempire gli angoli delle nostre case per risvegliarle dal silenzio.
Connubio perfetto di fedeltà del suono, tecnologia allo stato dell'arte e design, le soluzioni SONOS offrono numerosissimi benefici derivanti dalla condivisione di musica nell'ambiente domestico. La musica trasforma le abitazioni e canzoni, playlist e album diventano veri e propri catalizzatori nel rafforzamento di legami positivi e della serenità all'interno delle proprie case.

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


 SEI NELLA PAGINA 273   Link pagine: 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200 - 201 - 202 - 203 - 204 - 205 - 206 - 207 - 208 - 209 - 210 - 211 - 212 - 213 - 214 - 215 - 216 - 217 - 218 - 219 - 220 - 221 - 222 - 223 - 224 - 225 - 226 - 227 - 228 - 229 - 230 - 231 - 232 - 233 - 234 - 235 - 236 - 237 - 238 - 239 - 240 - 241 - 242 - 243 - 244 - 245 - 246 - 247 - 248 - 249 - 250 - 251 - 252 - 253 - 254 - 255 - 256 - 257 - 258 - 259 - 260 - 261 - 262 - 263 - 264 - 265 - 266 - 267 - 268 - 269 - 270 - 271 - 272 - 273 - 274 - 275 - 276 - 277 - 278 - 279 - 280 - 281 - 282 - 283 - 284 - 285 - 286 - 287 - 288 - 289 - 290 - 291 - 292 - 293 - 294 - 295 - 296 - 297 - 298 - 299 - 300 - 301 - 302 - 303 - 304 - 305 - 306 - 307 - 308 - 309 - 310 - 311 - 312 - 313 - 314 - 315 - 316 - 317 - 318 - 319 - 320 - 321 - 322 - 323 - 324 - 325 -



Mail: press@tecnologopercaso.com

Privacy &
Cookies



Powered by MMS - © 2016 EUROTEAM