to all hi-tech lovers



Akamai commenta la vicenda Twitter



Gerhard Giese, Security Solutions Engineering Manager di Akamai, ha commentato la recente vicenda di Twitter e degli account

a rischio dei suoi utenti.
“Non c'è da meravigliarsi se in un colpo solo 330 milioni di password sono potenzialmente compromesse, in quanto l'abuso di credenziali è oggi molto diffuso. Se le aziende vogliono dimostrare ai propri clienti di essere responsabili e che prendono in maniera seria e competente la protezione dei dati, devono difendere i propri utenti implementando solide strategie di gestioni delle credenziali e dei bot.
Le aziende dovrebbero partire dal presupposto che i loro clienti utilizzano le stesse credenziali per diversi siti e proprio uno di questi siti potrebbe essere compromesso. Fatta questa considerazione, possono poi passare alla valutazione dell'accesso, ovvero se viene fatto da persone reali e se quelle persone siano effettivamente chi sostengono di essere.
Concedere l'accesso a qualsiasi tentativo, utilizzando la combinazione corretta di email e password non può più essere considerato un comportamento responsabile.”

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


Akamai commenta la vicenda Twitter



Gerhard Giese, Security Solutions Engineering Manager di Akamai, ha commentato la recente vicenda di Twitter e degli account

a rischio dei suoi utenti.
“Non c'è da meravigliarsi se in un colpo solo 330 milioni di password sono potenzialmente compromesse, in quanto l'abuso di credenziali è oggi molto diffuso. Se le aziende vogliono dimostrare ai propri clienti di essere responsabili e che prendono in maniera seria e competente la protezione dei dati, devono difendere i propri utenti implementando solide strategie di gestioni delle credenziali e dei bot.
Le aziende dovrebbero partire dal presupposto che i loro clienti utilizzano le stesse credenziali per diversi siti e proprio uno di questi siti potrebbe essere compromesso. Fatta questa considerazione, possono poi passare alla valutazione dell'accesso, ovvero se viene fatto da persone reali e se quelle persone siano effettivamente chi sostengono di essere.
Concedere l'accesso a qualsiasi tentativo, utilizzando la combinazione corretta di email e password non può più essere considerato un comportamento responsabile.”

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


Akamai commenta la vicenda Twitter



Gerhard Giese, Security Solutions Engineering Manager di Akamai, ha commentato la recente vicenda di Twitter e degli account

a rischio dei suoi utenti.
“Non c'è da meravigliarsi se in un colpo solo 330 milioni di password sono potenzialmente compromesse, in quanto l'abuso di credenziali è oggi molto diffuso. Se le aziende vogliono dimostrare ai propri clienti di essere responsabili e che prendono in maniera seria e competente la protezione dei dati, devono difendere i propri utenti implementando solide strategie di gestioni delle credenziali e dei bot.
Le aziende dovrebbero partire dal presupposto che i loro clienti utilizzano le stesse credenziali per diversi siti e proprio uno di questi siti potrebbe essere compromesso. Fatta questa considerazione, possono poi passare alla valutazione dell'accesso, ovvero se viene fatto da persone reali e se quelle persone siano effettivamente chi sostengono di essere.
Concedere l'accesso a qualsiasi tentativo, utilizzando la combinazione corretta di email e password non può più essere considerato un comportamento responsabile.”

TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE


 SEI NELLA PAGINA 78   Link pagine: 0 - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 - 62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161 - 162 - 163 - 164 - 165 - 166 - 167 - 168 - 169 - 170 - 171 - 172 - 173 - 174 - 175 - 176 - 177 - 178 - 179 - 180 - 181 - 182 - 183 - 184 - 185 - 186 - 187 - 188 - 189 - 190 - 191 - 192 - 193 - 194 - 195 - 196 - 197 - 198 - 199 - 200 - 201 - 202 - 203 - 204 - 205 - 206 - 207 - 208 - 209 - 210 - 211 - 212 - 213 - 214 - 215 - 216 - 217 - 218 - 219 - 220 - 221 - 222 - 223 - 224 - 225 - 226 - 227 - 228 - 229 - 230 - 231 - 232 - 233 - 234 - 235 - 236 - 237 - 238 - 239 - 240 - 241 - 242 - 243 - 244 - 245 - 246 - 247 - 248 - 249 - 250 - 251 - 252 - 253 - 254 - 255 - 256 - 257 - 258 - 259 - 260 - 261 - 262 - 263 - 264 - 265 - 266 - 267 - 268 - 269 - 270 - 271 - 272 - 273 - 274 - 275 - 276 - 277 - 278 - 279 - 280 - 281 - 282 - 283 - 284 - 285 - 286 - 287 - 288 - 289 - 290 - 291 - 292 - 293 - 294 - 295 - 296 - 297 - 298 - 299 - 300 - 301 - 302 - 303 - 304 - 305 - 306 - 307 - 308 - 309 - 310 - 311 - 312 - 313 - 314 - 315 - 316 - 317 - 318 - 319 - 320 - 321 - 322 - 323 - 324 - 325 -



Mail: press@tecnologopercaso.com

Privacy &
Cookies



Powered by MMS - © 2016 EUROTEAM